Topinambour Viola

titolo

Eccovi una ricetta con un ingrediente super ma “strambo”, il tompinambour 🙂

Perché l’ho chiamato (e come vedete dalla foto lo è per davvero) viola?
Perché in questa ricetta lo propongo insieme alle carote nere (chiamate anche carote viola, per l’appunto), che differiscono dalle comuni carote arancioni perché contengono molti pigmenti viola, gli antociani, che sono gli stessi pigmenti benefici e antiossidanti contenuti nei mirtilli, nelle more e in altre bacche dello stesso colore

Un appunto sulle carote nere:
1. Gli antociani sono i pigmenti della giovinezza; combattono alla grande i radicali liberi e aiutano la circolazione, rafforzando i vasi sanguigni, soprattutto i capillari.
2. Contengono molti polifenoli che combattono la degenerazione cellulare e insieme alle molte fibre delle carote mantengono in salute colon e intestino.

ingredienti

Ingredienti:

– 3 o 4 topinambour
– 3 o 4 carote nere
– Sale
– 1 cipolla rossa
– Olio d’Oliva
– Erba cipollina

Procedimento:
Pulite e tritate la cipolla, poi mettetela a rosolare in una padella con un po’ di olio finché non sarà quasi trasparente.
Lavate le carote, eliminate le estremità e poi tagliatele a rotelle non troppo spesse (non eliminate la buccia, contiene molti elementi nutritivi); versatele nella padella, salate a piacere e aggiungete un po’ di acqua, per permettere alle carote di cuocere bene.
Nel frattempo lavate il topinambour e tagliate anche quello a rotelle, questa volta più fini (anche in questo caso potete non eliminare la buccia).
Quando le carote saranno quasi cotte, potete versare il tompinambour nella padella, salare, aggiungere un po’ d’acqua e completare la cottura di tutto.
Vedrete che piano piano il topinambour assorbirà i pigmenti delle carote!
Una volta che l’acqua sara evaporata e le verdure saranno cotte, potete saltarle in padella con un po’ di burro o con un po’ di altro olio (se vi piace).
In ultimo aggiungete un po’ di erba cipollina fresca.

finale

Eccovi pronto un piatto semplice e facile da cucinare, ma davvero particolare, sia nel colore che nel sapore…senza contare che contiene due verdure davvero super!

Ovviamente potete anche usare delle carote normali, ma non otterrete l’effetto viola, avrete invece una pietanza che sembrerà più un tradizionale piatto di carote e patate.

Deborah

Precedente Pasta Primavera Successivo Torta Cocco e Lime